Art. 7 - Programmazione e organizzazione della didattica

  • PDF

Il corso di studio definisce annualmente la propria offerta didattica programmata come insieme di tutte le attività formative previste per la coorte di studenti che si immatricola nell'anno accademico di riferimento. Per ciascuna attività formativa è indicato il normale anno di corso, l'eventuale articolazione in moduli, i settori scientifico-disciplinari, i CFU previsti, l'impegno orario e l'ambito disciplinare.

Ogni CFU equivale a 25 ore di lavoro suddivise tra ore di attività in aula (lezioni, esercitazioni, laboratorio, verifiche in itinere con la presenza di docenti) ed ore di attività di studio individuale. Il corso di laurea in Ingegneria Energetica adotta, di regola, insegnamenti didattici semestrali di 6, 9 o 12 crediti, corrispondenti rispettivamente a 60, 90 o 120 ore di attività didattiche frontali.

La Guida dello Studente è pubblicata annualmente sul sito della Macroarea di Ingegneria e contiene informazioni riguardanti l'organizzazione didattica e il calendario delle attività didattiche.

L'offerta didattica programmata è definita annualmente in linea con le scadenze indicate dall'Ateneo e di norma entro il mese di marzo ed è approvata dal Consiglio di Dipartimento di Ingegneria Industriale. L'offerta didattica programmata è inserita nel sistema di gestione interno dell'Ateneo e pubblicata sul sito del corso di studio. Gli insegnamenti sono individuati e inseriti nell'offerta didattica al fine di soddisfare gli obiettivi formativi del corso di studio, favorendo la continuità didattica con i Dottorati di Ricerca e la partecipazione degli studenti alle attività scientifiche del dipartimento.

Sul sito del corso di studio è pubblicata una scheda descrittiva per ogni insegnamento previsto, contenente tutte le informazioni ritenute utili per agevolare la frequenza e le attività di studio individuale dello studente, tra cui le conoscenze preliminari richieste, il programma dettagliato, gli obiettivi formativi, i materiali didattici e i testi di riferimento, le tipologie didattiche adottate e i criteri e le modalità di verifica.

Per gli insegnamenti previsti dal corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica la frequenza non è obbligatoria ma è comunque fortemente consigliata. Le propedeuticità previste dai singoli insegnamenti sono concordate dai docenti incaricati dell'insegnamento e dal Coordinatore del corso di studio e sono pubblicate sul sito del corso di studio nella scheda descrittiva dell'insegnamento. L'elenco completo delle propedeuticità è pubblicato sul sito del corso di studio.

È previsto l'inserimento nel piano di studi di attività formative a libera scelta dello studente coerenti con gli obiettivi formativi del corso di studio e per un numero di crediti definito nell'offerta didattica programmata del corso di studio. Il corso di studio predispone, e rende pubblico sul proprio sito e sulla Guida dello Studente, un elenco di insegnamenti consigliati congruenti con il progetto formativo del corso di laurea magistrale.

L'ordinamento didattico del corso di laurea magistrale prevede inoltre lo svolgimento di ulteriori attività formative a cui è associato il conseguimento di 3 CFU.

Per sostenere tali attività formative lo studente dovrà prendere accordi con un docente del corso di studio, che diventerà il docente supervisore per tali attività. Per il corso di laurea magistrale, le attività formative possono anche consistere in attività di tirocinio preferibilmente centrate su temi energetici svolte presso imprese, amministrazioni pubbliche, enti pubblici o privati ivi compresi quelli del terzo settore, ordini e collegi professionali.

Al termine delle attività formative sarà premura dello studente far compilare al docente supervisore l'attestato sull'attività formativa svolta, che dovrà essere consegnato in Segreteria Didattica almeno un mese prima della seduta di Laurea in cui lo studente intende laurearsi. Il modulo relativo è disponibile nella sezione Modulistica del sito web del corso di studio in Ingegneria Energetica.

Con cadenza annuale, in linea con le scadenze ministeriali e interne di Ateneo, il Coordinatore formula una proposta al Consiglio di Dipartimento sull'organizzazione didattica del corso di studio per il successivo anno accademico. Il Coordinatore propone l'attribuzione degli incarichi di insegnamento erogati dal corso di studio a professori dell'Ateneo, tenendo conto delle competenze scientifiche dei docenti e della loro pertinenza rispetto agli obiettivi didattici. Il Coordinatore inoltre individua l'elenco di insegnamenti da affidare mediante bando a ricercatori dell'ateneo ovvero a docenti esterni (professori a contratto). Il Consiglio di Dipartimento discute e approva l'organizzazione didattica del corso di studio.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Marzo 2022 11:54

You are here Regolamento Didattico Laurea Magistrale Art. 7 - Programmazione e organizzazione della didattica